La pizza gourmet di TasteiT

11 luglio 2018 by in category Life Style with 0 and 0

La pizza gourmet di TasteiT

TasteiT nasce a Modena dall’idea di cinque amici

E dall’amore verso le eccellenze gastronomiche del territorio italiano.

La Regina della pizza, dopo la discussa rivisitazione dello chef Carlo Cracco, è nuovamente la protagonista.

Questa volta, però, nessuna critica e nessun “brutto” scatto rubato, più semplicemente una visione differente della pizza più antica e tradizionale.

Il nome cambia, ma la sostanza è la stessa, che si chiami Margherita o si chiami “La Classica” – come l’hanno rinominata i proprietari di TasteiT – la pizza conquista sempre tutti i palati.

Di cosa stiamo parlando? Della pizza gourmet di TasteiT, nello specifico de “La Classica” che ha già conquistato molti degustatori sia a Modena – dove è nata – sia a Torino dove è stato inaugurato solo lo scorso Marzo il terzo punto del marchio Modenese.

“La Classica” è sia buona, sia bella: a differenza della tradizionale, è servita a spicchi che lievitano per oltre 72 ore, questo procedimento fa si che l’impasto sia un po’ più alto rispetto a quella che conosciamo tutti, mantenendo un ottima qualità ed una digeribilità eccezionale.

Sopra lo spicchio è adagiata la stracciatella Pugliese (marchio di fabbrica di TasteiT), pomodorini pachino saltati in padella, l’immancabile basilico che viene proposto in un pesto di basilico fresco; il tutto illuminato da un filo di olio extra vergine di oliva.

Una pizza fresca e gustosa che è già diventata il “tormentone” estivo degli ospiti di TasteiT.

Tuttavia, dopo il successo di Modena, il nuovo format specializzato nella pizza gourmet TasteiT approda anche nel capoluogo piemontese dove l’esperienza unica della pizza Gourmet di TasteiT è arrivata con un nuovo ed esclusivo format in pieno centro.

Non soltanto ristorazione nella sua concezione più classica, ma la filosofia del marchio ha come obiettivo quello di esaltare le eccellenze del territorio italiano valorizzando i prodotti di piccole realtà artigianali in modo alternativo alla ristorazione tradizionale.

Cosi come avvenuto in Emilia, anche a Torino si punta a rivisitare in chiave gourmet grandi piatti della tradizione piemontese e italiana proponendoli nella versione “Pizza Gourmet”.

In che modo? Eccovi serviti: partendo dalla farinata si arriva al vitello tonnato e alla tartare di carne di Fassona piemontese e tutto questo sulla base della pizza. Sicuramente un modo nuovo di gustare uno dei pilastri della tradizione italiana conosciuto in tutto il mondo.

La proposta gastronomica di TasteiT abbina impasti di farine biologiche macinate a pietra a lunghissima lievitazione che, in modo non convenzionale, rappresentano la base sulla quale vengono create le preparazioni gourmet.

Ma oltre all’importanza degli impasti a base integrale, TasteiT propone abbinamenti unici, dove la farcitura e gli accostamenti delle materie prime fanno sì che il percorso gastronomico possa incontrare proposte di Terra e di Mare. Un esempio? Avete mai assaggiato impasti al nero di seppia che incontrano crudités di mare abbinate a salse e ortaggi di stagione? Sembra pura fantasia, ma i cinque amici – Nicodemo e Gennaro Balestrieri, Pierpaolo Marziali, Claudio Carnevale e Domenico Amasino – sono riusciti a trasformare un’idea innovativa in realtà.

Tra le pizze che riscuotono maggior successo come ci dice Gennaro Balestrieri vi è la Tataki di tonno rosso in crosta di pistacchio di Bronte, abbinato con la stracciatella di Gioia del Colle e la cipolla rossa di Tropea caramellata all’aceto balsamico di Modena, proposte che vanno oltre la classica pizza e possono ricordare i Pinchos o Pinxos Baschi nella versione più italiana possibile che è la declinazione Pizza Gourmet.

Sembra un azzardo ma non lo è perché il format di TasteiT parte dall’idea di trasformare le eccellenze del territorio in un viaggio enogastronomico dove ricerca e passione diventano le parole chiave di questo percorso, proprio come avviene quando si degustano una tapas, un pinxo o per i tradizionalisti un cicchetto veneziano.

Ma i cinque ideatori ancora non sono del tutto soddisfatti, infatti, con la nuova apertura a Torino, TasteiT continua la sua crescita ampliando i propri confini attraverso partnership in franchising e ristoranti di proprietà, unendo così le idee dei suoi creatori.

Nicodemo e Gennaro Balestrieri, Pierpaolo Marziali, Claudio Carnevale e Domenico Amasino vivono e lavorano tra l’Emilia e il Piemonte: le due regioni dove il cibo è da sempre uno dei protagonisti della cultura e delle economie locali.

Abbinare la pizza ad elementi che da sempre caratterizzano piatti “stellati” è la grande sfida di TasteiT, dove la pizza incontra preparazioni e tecniche da alta ristorazione ma alla portata di tutti.

© 2015 powered by netspot.it ~ creato da netspot.it

Top